top of page

Castello di Stenico

Tra dame e cavalieri, guardie e prigionieri: il centro del potere locale nel Medioevo.

Su un’altura, in una posizione privilegiata da cui si gode di un panorama unico, nel comune di Stenico, a 4 km dal Residence Angelo


Per otto secoli, il Castello di Stenico è stato il fulcro politico, amministrativo e giudiziario della Valle delle Terme di Comano. Originariamente una fortezza cruciale per la difesa e il controllo del versante occidentale del Trentino, il castello fungeva anche da residenza per il Capitano delle Giudicarie, delegato dai Principi Vescovi di Trento per amministrare la giustizia.

Durante il Medioevo, il castello subì trasformazioni divenendo un'elegante dimora estiva per i principi vescovi di Trento. Questi trascorrevano le loro vacanze estive nella struttura, contribuendo a conferire al Castello di Stenico un ruolo di prestigio e importanza nella storia della regione.



A questo periodo risalgono la maggior parte degli affreschi e delle decorazioni che sono ancora visibili all'interno delle sale.


Gli arredi e gli oggetti esposti nel castello appartengono alle collezioni del, di cui il maniero è sede distaccata. L’esposizione comprende una pregiata sezione archeologica dedicata alla storia locale ed un’esposizione di mobili, affreschi, armi e antichi utensili. Ogni sala è caratterizzata da un tema diverso: la cucina, la stanza del vescovo, le sale di rappresentanza, le camere da letto, la sala delle guardie, la sala del giudizio, le prigioni…

Da qualche tempo il castello di Stenico è anche sede della Biosfera Unesco Alpi Ledrensi e Judicaria.



Comentarios


bottom of page